9782302077669_1_75.jpg

La casa editrice Mosaik rappresenta la nostra prima disgressione lavorativa all’estero.

Tutto nacque da un viaggio fatto da Sergio Tulipano alla fiera del libro di Francoforte, dove incontrò il Direttore della casa editrice, che si disse interessato ad una collaborazione con autori italiani. La Mosaik era sorta a Berlino Est, e dopo il crollo del muro aveva espanso la propria attività nell’area “occidentale” della Germania, e il prodotto aveva avuto un tale successo da creare l’insorgere di un problema: i loro autori non ce la facevano a stare appresso a tutte le novità editoriali che la casa editrice era andata sfornando negli ultimi anni. Così, il loro incontro si era presentato come il classico cacio sui maccheroni (o, nel loro caso, come i crauti sui wurstel). Fu così che venne fondata quella che per certi versi potrebbe essere chiamata la “Mosaik Italia”, vale a dire una vera e propria filiale editorial-creativa sul suolo italico. In quel modo io ed Emanuela entrammo in contatto con la realtà degli Abrafaxe, una sorta di acronimo che sintetizzava i nomi di tre personaggi, Abrax, Brabax e Califax (!?!). Ci occupammo della realizzazione di parecchie tavole autoconclusive, destinate alla pubblicazione sui quotidiani, di un paio di numeri della nuova serie a fumetti in formato americano (una sorta di versione rimodernata della serie classica, un’iniziativa affine ai nostri PK e MM), nonché un cartonato in versione franco-belga.

COMICS GALLERY

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now